|
Italiano English

Area News

mercoledý 9 dicembre 2015

"Il Sole per amico", una campagna per "salvarsi" la pelle

Lezioni e cartoon a scuola per la prevenzione del melanoma: il progetto dell'IMI parte dalla Liguria

Conoscerlo, quell’amico, per imparare anche che può fare male alla pelle, se non si usano le giuste precauzioni: parte da Genova la campagna nazionale Il Sole per amico, che porta nelle scuole elementari incontri con giovani dermatologi, ma anche cartoni animati, poster, materiale informativo e questionari per le famiglie, per la prevenzione del melanoma, il più aggressivo tumore della pelle.
 
Si parte dai bambini perché, attraverso immagini e colori, imparano in fretta: e poi perché “le scottature da esposizione solare in età pediatrica rappresentano uno dei principali fattori di rischio”, spiega Paola Queirolo, responsabile del Disease Management Team su Melanoma e Tumori cutanei al San Martino, ma anche presidente dell’IMI, Intergruppo Italiano Melanoma, che promuove la campagna (con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e il patrocinio del Ministero della Salute, dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica e della Regione Liguria, e grazie a un'erogazione di Merck & Co. attraverso la consociata italiana MSD).
 
L’incidenza del melanoma in Italia è di “10-12 casi ogni 100 mila abitanti – precisa Emanuele Cozzani, professore associato alla Clinica Dermatologica del San Martino – Ma in Liguria sono di più, negli ultimi 5 anni solo noi abbiamo registrato 580 casi. Ma per un motivo preciso: funziona molto bene la prevenzione, e infatti molti dei tumori registrati sono 'sottili' o in fase precoce”. Ma l’attenzione deve rimanere alta, perché “durante le campagne di prevenzione si nota un boom di richieste di controllo negli ambulatori, ma poi – aggiunge Pier Luigi Santi, direttore della Chirurgia plastica e ricostruttiva del San Martino e ideatore della progetto – l’attenzione crolla. Il nostro compito è alimentarla”.
 
Da qui il coinvolgimento delle scuole, con il progetto che parte dalle quattro province liguri ma arriverà in altre sette Regioni: “La scuola – conclude Loris Azhar Perotti, dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale di Genova – deve sensibilizzare le giovani generazioni verso quei tipi di tumore, come il melanoma, correlati ad abitudini non direttamente percepite come dannose dalle famiglie».
Autore: G Destefanis
Fonte: Repubblica 4/12/15