|
Italiano English

Area News

marted́ 10 novembre 2015

Teleangectasie? Possono sottendere sclerosi sistemica

Capillaroscopia e dermoscopia insieme a predire la sclerosi sistemica

Le telangiectasie cutanee (CT) sono comuni nei malati di sclerosi sistemica, ma il loro contributo alla stratificazione del rischio è poco conosciuto. Si è voluto determinare se il numero e la dimensione delle TC fosse associato con il modello di lesioni microvascolari valutati dal letto ungueale con videocapillaroscopia (CNV) e con gli indicatori che riflettono la gravità della vasculopatia SSc-correlati.
Lo studio ha suddiviso i pazienti in tre sottoinsiemi predefiniti in base al numero di CT su mani e viso: assenza, ≤10, 0>10 mani o CT diffusa al viso. CT pseudotumorali sono stati definiti come CT con> 5 mm di diametro.
Degli 87 pazienti inclusi, 75 pazienti (86%) hanno mostrato CT (27 con CT diffusa e 19 con CT pseudotumorali). La presenza di CT diffusa e pseudotumorale è stata associata con perdita capillare e neoangiogenesi grave (p = 0.015 ep = 0.041), due tratti distintivi del modello di NVC tardiva.
All'analisi multivariata, le CT in viso erano indipendentemente associate con le ulcere digitali presenti o passate (OR: 2,95, 95% CI: 1.09-19.63), e le CT pseudotumorali erano indipendentemente associate con il pattern più grave di NVC (OR: 4,84, 95% CI 1.32- 26.19) e ipertensione polmonare precapillare (OR: 12.60, 95% CI 1,68-94,53).

In questo studio quindi si dimostra che il numero e le dimensioni delle teleangectasie sono associati con il pattern capillaroscopico più grave. Ulteriori studi prospettici dovrebbero stabilire se il numero TC e le dimensioni potrebbero servire come biomarcatori clinici precoci per lo sviluppo della malattia vascolare grave.
Autore: Hurabielle C, Avouac J, Lepri G, de Risi T, Kahan A, Allanore Y
Fonte: Arthritis Care Res (Hoboken). 2015 Oct 16